Il progetto “Horti Porta Romana” sorge in uno spazio sconosciuto anche ai milanesi più curiosi: si tratta di un’area di 14.600 mq, di cui 10mila mq di parco, con diversi stabilimenti realizzati tra il 1700 e il 1900. Il piano di ristrutturazione, guidato da Michele De Lucchi, insieme all’ingegnere Enrico Strada, ha l’obiettivo di esaltare le linee ottocentesche insite dei palazzi, e il recupero di due edifici storici, la Lavanderia e il Casello, oltre alla villa principale del XIX secolo.

Riportiamo un estratto dell’intervista dell’interior design Daniele Fiori, dello studio DFA Partners, che ha curato e definito il mood complessivo e le finiture del progetto Horti e che ci illustra la sua visione del progetto.

 “[…]il grande giardino è il punto focale del progetto. La villa, posta al centro del parco, ha una struttura classica e ospiterà gli appartamenti più prestigiosi, con ampie metrature e volumetrie importanti. L’edificio Orti, invece, racchiude il parco in continuità con il vecchio borgo ed è composto da abitazioni che beneficiano di terrazze verso il giardino, rivisitando in chiave moderna i vecchi edifici a ringhiera. Molti appartamenti si sviluppano cielo – terra, e sono realizzati con materiali che ricordano la vecchia struttura”. L’edificio di Lamarmora, infine, è stato progettato per avere grandi vetrate, finiture moderne e ospitare degli spazi più contemporanei. “

PPAN – Milenia Rettondini – 17/01/2018